Idee per animare

  1. Ragazzi e ragazze vittime di bullismo

Per approfondire:

Il materiale in Internet è moltissimo, segnaliamo solo alcuni contributi per un primo orientamento:

Il bullismo a scuola: natura e caratteristiche del fenomeno, strumenti di valutazione

Slides per insegnanti,

Slides per genitori,

Slides per bambini e ragazzi,

un libro online

 

Video:

Monologo sul bullismo – Paola Cortellesi e Marco Mengoni

Trasmissione Rai Mai più Bullismo, visibile iscrivendosi gratuitamente a rai play

Mai più Bullismo è una trasmissione televisiva italiana condotta da Pablo Trincia, trasmessa il lunedì su Rai 2 in seconda serata dal 2016, che cerca di scoprire le meccaniche del bullismo, uno dei più grossi problemi emergenti del nuovo secolo che riguarda il mondo dei giovani. Il periodo più delicato è l’adolescenza e di conseguenza la scuola diventa il fulcro del fenomeno.

Film di Ivan Cotroneo Un bacio, visibile iscrivendosi gratuitamente a raiplay https://www.raiplay.it/video/2019/01/Un-bacio-12c7ed90-a7cd-41d3-8268-ffdd3d0dd86a.html

Il film parallelamente alla sua vita nei cinema ne ha avuta una seconda, molto più lunga, nelle scuole del nostro paese. Il film ha per protagonisti tre studenti “bullizzati”: Lorenzo un sedicenne gay, orfano, con un passato di case famiglia e adozioni non riuscite; Blu una ragazza considerata “facile” con un fidanzato grande che ora sta all’Università e Antonio un tipo chiuso, che nasconde il dolore di aver perso un fratello maggiore, non ha amici neanche i ragazzi con cui gioca a basket. Da queste tre solitudini, da queste tre emarginazioni nasce un’amicizia, un gruppo, un sodalizio ma riusciranno i tre ad uscire indenni dalla violenza di tutti gli altri?

 

  1. La solitudine negli anziani

Foto di Leonardo Pasquinelli tratta da redattoresociale.it

Per approfondire:

segnaliamo quattro articoli apparsi su Avvenire a firma di Marco Trabucchi per l’Associazione Italiana di Psicogeriatria

  1. Sempre più anziani e più soli un’emergenza in molti Paesi
  2. Curare l’ambiente degli anziani per farli sentire meno soli
  3. Restare soli è come morire. Rete per aiutare gli anziani
  4. Gratitudine, ascolto, curiosità per non restare soli

Si consiglia di leggere anche le riflessioni di Papa Francesco:

Incontro di Papa Francesco con gli anziani – 28 settembre 2014

Libri:

La saggezza del tempo. Papa Francesco in dialogo sui grandi temi della vita – Marsilio Editori 2018

«Ho un ricordo molto bello. Quando sono stato nelle Filippine la gente mi salutava chiamandomi: Lolo Kiko!, “nonno Francesco” […]. Ero davvero contento di vedere che mi sentivano vicino a loro come un nonno». Queste le parole con le quali il Pontefice apre il volume La saggezza del tempo, pubblicato già in molte lingue e, in Italia, da Marsilio. Si tratta di un libro a cura del nostro direttore, p. Antonio Spadaro, che raccoglie circa 90 testimonianze di anziani di tutto il mondo con i quali il Papa entra in dialogo, affrontando le grandi questioni della vita: il lavoro, la lotta, l’amore, la morte e la speranza. Francesco unisce a questo dialogo alcune riflessioni più generali sui cinque temi e una prefazione, che è, in sintesi, una sorta di summa del suo pensiero sul dialogo tra giovani e anziani.

Film:

Away From Her – Lontano da lei
La nostalgia per un tempo che non si ricorda è una sensazione difficile da esprimere. Eppure è questo che cerca di raccontare il delicato film di Sarah Polley con protagonisti Julie Christie e Gordon Pinsent. I due interpretano i coniugi Grant, una coppia sposata da moltissimi anni, e che per molto tempo è andata avanti con i propri ritmi, le proprie abitudini, il proprio linguaggio privato. Gli equilibri tra i due si sfaldano quando lei viene colpita dal morbo di Alzheimer. Il dolore della situazione ci viene però raccontato dagli sguardi di lui, tra accettazione e tristezza. Il film è tratto da un racconto della scrittrice Premio Nobel Alice Munro, intitolato The Bear Came Over the Mountain

Still Alice
Julianne Moore ha vinto il premio Oscar per la sua profonda interpretazione in questo dramma tratto dal romanzo Perdersi di Lisa Genova. Si parla di una donna, Alice appunto, che potrebbe definire la sua vita come di successo: donna in carriera, moglie amata, madre di tre figli. Anche in questo caso la diagnosi dell’Alzheimer si presenta come un segno di rottura con la vita vissuta fino a quel momento, una scoperta che mette in discussione ogni certezza precedente. Oltre alla giovane età della protagonista colpita dalla malattia, ciò che prevale nel racconto è il senso di lenta perdita di sé. Un film che potremmo definire come “necessario” e che ha creato consapevolezza intorno alla malattia attraverso un canale diverso dai soliti.

Una sconfinata giovinezza
Anche il cinema italiano in questa lista, con un film diretto da Pupi Avati e uscito nel 2010, per certi versi molto simile al primo film che abbiamo indicato. Anche in questo caso una coppia, seppure più giovane, in cui è lui a soffrire il morbo di Alzheimer. Già il malinconico titolo ci indica il viaggio a ritroso di una mente che fatica a tenere saldi tutti i ricordi. Il tema del tempo, il rapporto tra passato e presente, naturalmente l’amore e i rapporti umani, sono alla base di questo film.

Le pagine della nostra vita
Si intitola The Notebook (il diario) in originale questo romantico film del 2005. E un diario è quello che un uomo anziano legge quotidianamente alla moglie, affetta da demenza senile. La storia ci porta molto indietro nel tempo, fino agli anni ’40, con il racconto di un giovane amore. Tra mille difficoltà, una ragazza appartenente a una famiglia ricca e un ragazzo di umili origini, imparano a volersi bene e lottano per rimanere insieme. Attraverso questo racconto, qualcosa di eccezionale potrà realizzarsi nel presente.

Iris – Un amore vero
Ancora una storia d’amore, stavolta tratta da una vicenda accaduta realmente. Si parla infatti della relazione tra la scrittrice Iris Murdoch e il marito Bayley. Un racconto lungo una vita, in cui la relazione tra i due dovrà fare un passo in avanti nel momento in cui lei viene colpita da demenza senile. Ancora una volta torna il rapporto tra passato e presente, il sentimento e l’amore come collante di una vita che ci si rifiuta di lasciar andare. Tra i protagonisti spiccano due attrici eccezionali come Kate Winslet e Judi Dench.

The Iron Lady
Ed è sempre ispirato a una storia vera, per quanto romanzato, il film con la straordinaria Meryl Streep nei panni di Margaret Thatcher. Si racconta infatti la vita della lady di ferro, ma tutto viene filtrato attraverso i ricordi di una protagonista anziana e affetta da demenza, che spesso si trova a interagire e comunicare con il marito defunto.

Quartet

Un film leggero, brillante, sagace, mai retorico che tratta la condizione anziana con ironia e divertimento. Un’ulteriore testimonianza che la “vecchiaia” altro non è che una fase della vita, che se viene vissuta con lo spirito giusto può rappresentare un momento bello senza tutte le preoccupazioni che hanno caratterizzato la condizione “adulta”.

 

  1. Ragazzi e adolescenti, dipendenza da gioco e da …

 

Per approfondire:

Guida alla dipendenza dal gioco d’azzardo

Gli adolescenti e le dipendenze: cosa possono fare gli adulti

A scuola di salute

 

  1. Ragazzi e adolescenti nei tranelli di internet

Per approfondire:

visita il sito https://www.generazioniconnesse.it

Vademecum – Guida operativa per conoscere e orientarsi nella gestione di alcune problematiche connesse all’utilizzo delle tecnologie digitali da parte dei più giovani.

Kit didattico per i bambini

Kit didattico per ragazzi

Kit didattico per i insegnanti-genitori

 

Video:

Sull’uso del linguaggio

 

  1. I nuovi cittadini e la sfida dell’accoglienza

Per approfondire:

XXVII Rapporto immigrazione 2017-18 Caritas e Migrantes: http://www.caritasitaliana.it/caritasitaliana/allegati/7824/Sintesi%20per%20giornalisti.pdf (sintesi scaricabile pdf)

Rapporto sulla protezione internazionale in Italia 2017: https://www.cittalia.it/images/file/1%20Rapporto%20protezione%20internazionale%202017.pdf (versione integrale scaricabile pdf)

https://www.cittalia.it/images/2_Sintesi_rapporto_protezione_2017_def.pdf (sintesi scaricabile pdf)

Rapporto accoglienza Legambiente:

https://www.legambiente.it/wp-content/uploads/rapporto-accoglienza-2018.pdf

Messaggio di Papa Francesco per la 105a Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato

10 cose da sapere su… http://s2ew.caritasitaliana.it/materiali/dossier_immigrazione/10_cose_da_sapere_su_CARITAS.pdf

Siti Internet:

http://inmigration.caritas.it/

http://www.orda.it/rizzoli/stella/home.htm

http://migranti.valigiablu.it/

http://openmigration.org/

 

Film e video:

Welcome di Philippe Lioret

Io sono  lì di Andrea Segre

Come un uomo sulla terra di Andrea Segre

Come il peso dell’acqua di Andrea Segre

La bocca del lupo di Pietro Marcello

Io sto con la sposa di Gabriele Del Grande, Antonio Augugliaro e Khaled Soliman al Nassi

Il villaggio di cartone di Ermanno Olmi

Cose dell’altro mondo di Francesco Patierno

Terra ferma di Emanuele Crialese

Container 158 di Stefano Liberti e Enrico Parenti

La mia classe di Daniele Gaglianone

Fuocoammare di Gianfranco Rosi

La scelta di Catia – Storie di migranti (necessaria iscrizione a raiplay.it)

“Storie di migranti” è una raccolta di inchieste e di filmati d’autore dell’archivio Rai sull’emigrazione italiana all’estero, da quella Oltreoceano a quella in Paesi europei quali la Svizzera e la Germania. Milioni di italiani e di italiane, da fine Ottocento sino alla metà degli anni ’70 del secolo scorso, hanno abbandonato terre e paesi per cercare altrove migliori condizioni economiche ed esistenziali. I sacrifici, i soprusi e le discriminazioni che furono costretti a subire e a sopportare sono un pezzo importante della storia sociale dell’Italia, ma anche un monito per quanti si approcciano superficialmente al tema delle odierne migrazioni di massa.

https://www.raiplay.it/video/2016/06/LA-SCELTA-DI-CATIA—STAGIONE-1—EPISODIO-1-65141395-0fa6-4e1c-85d0-4085ca9e419e.html

L’accoglienza fa bene https://www.youtube.com/watch?v=pzXx9MGi3U

Per aderire alla campagna #IoAccolgo:

La campagna #IoAccolgo è sostenuta da più di 40 enti tra cui Caritas Italiana, Acli, Sant’Egidio, Fondazione Migrantes… http://ioaccolgo.it/.

La campagna #IoAccolgo ha al centro il simbolo della coperta termica, nota nell’immaginario collettivo come oggetto distintivo nel primo soccorso ai migranti.

Per mostrare al mondo che c’è un pezzo d’Italia che accoglie, l’invito è di appendere la coperta dorata al proprio balcone e ad indossare nastri dello stesso materiale, ad esempio come braccialetti o legandoli alla borsa o allo zaino.

Una volta appesa o indossata, fotografare la coperta dorata e postare la foto sui propri social con l’hashtag #IoAccolgo oppure inviarla a foto@ioaccolgo.it

 

  1. Povertà educativa

http://www.caritasitaliana.it/caritasitaliana/allegati/7847/Cap_03_Rapporto_2018.pdf

 

  1. Carcere, un mondo così lontano?

Per approfondire:

http://www.ristretti.it/

Ultimo rapporto sulle condizioni di detenzione a cura di Antigone:

http://www.antigone.it/quindicesimo-rapporto-sulle-condizioni-di-detenzione/ (versione online)

http://www.antigone.it/quindicesimo-rapporto-sulle-condizioni-di-detenzione/wp-content/uploads/2019/06/xv-rapporto-antigone.pdf (versione scaricabile pdf)

Bibliografia: http://centrostudi.gruppoabele.org/?page_id=2500

Video:

Boez – Andiamo via

https://www.raiplay.it/video/2019/08/Boez-Andiamo-via-S1E1-63111452-87a9-45a7-9f99-4899f1b04926.html

Sei ragazzi, tutti condannati e inseriti in uno speciale programma di esecuzione esterna della pena, partono da Roma per arrivare, a piedi, a Santa Maria di Leuca. Tappa dopo tappa, assistiti da una guida e da un’educatrice, i giovani raccontano le loro vite, i loro sogni, le loro aspirazioni.

Regia: Roberta Cortella, Marco Leopardi (10 puntate di circa 30 minuti ciascuna).

Interpreti: Omar Ben Aoun, Maria Cristea, Francesco Dinoi, Alessandro Paglialonga, Matteo Santoro, Francesco Tafuno.